martedì 23 ottobre 2007

L'UDU COSENZA VA A CONGRESSO


Lo scorso mercoledì 17 ottobre 2007 si è svolto presso la sede dell’ex Informagiovani Unical l’assemblea congressuale dell’Unione degli Universitari di Cosenza. L’assise ha individuato nella persona di Guerino Nisticò il nuovo coordinatore e presidente dell’associazione studentesca, che da tempo opera nel campus cosentino. Sono stati inoltre nominati gli undici componenti del nuovo coordinamento tra i quali sono stati poi scelti i sette componenti del nuovo ufficio di presidenza. Si tratta dei compagni Ornella Calderazzo, Gianluca Grillo, Fabrizio Iuliano, Antonio Belcastro, Salvatore Sasso, Alessio Fabiano, e lo stesso Nisticò che avrà il compito di coordinare le attività politico-sindacali ed istituzionali dell’UDU Cosenza. L’associazione, dopo una lunga fase di commissariamento, è arrivata alla propria assemblea congressuale (regolarmente convocata e poi legittimata e presieduta dal compagno Natale Di Cola nelle qualità di garante e supervisore delegato dall’UDU Nazionale). Dopo un lungo percorso pre-congressuale, durante il quale sono stati ritrovati gli equilibri persi, con l’obiettivo di rifondare completamente la base confederale locale anche grazie attraverso il coinvolgimento di facce nuove, l’UDU Cosenza ha deciso puntare innanzitutto sulla riorganizzazione della struttura ed al rilancio delle proprie azioni politiche. L’Unione degli Universitari di Cosenza ha attraversato, infatti - in questi ultimi mesi - periodi non molto felici con momenti particolari ed in cui in molti avevano pensato ad una “potenziale scomparsa” del sindacato studentesco dal panorama Unical. In realtà, la tenacia di chi ha creduto e continua a credere nell’organizzazione, ha fatto sì che anche grandi problemi venissero affrontati e risolti con atti concreti e tangibili. Naturalmente, tutto ciò è avvenuto non senza difficoltà ma con la convinzione che di ogni sacrificio e sforzo si sarebbero, prima o poi, raccolti i frutti. Oggi il sole dell’UdU Cosenza è tornato a splendere sull’Unical. L’associazione, rimarcata la propria autonomia ed indipendenza politica, ha dato vita ad un nuovo percorso critico e costruttivo avviando un serio dibattito su alcune scottanti e delicate questioni che si ritengono prioritarie per l’intera popolazione studentesca dell’Unical. Residenzialità, didattica, affitti, trasporti e diritti sono stati i temi “caldi” dell’incontro sui quali si sono confrontati i tesserati, incontro molto partecipato anche da parte di studenti e rappresentanti di altre organizzazioni politiche, che ha preceduto l’assemblea congressuale. Alla discussione, ha portato il suo contributo anche il neo-eletto segretario generale provinciale della CGIL Cosenza, Pietro Rossi, che ha accettato con piacere l’invito ed ha proposto all’UdU di intraprendere nuove forme di dialogo per una proficua collaborazione con l’intera Camera del Lavoro di Cosenza. L’Unione ha accettato con piacere l’invito del Segretario Provinciale, consapevole dell’importanza che il supporto della CGIL potrebbe avere in alcune importanti campagne e vertenze sindacali in cantiere per i prossimi mesi.

2 commenti:

Gianluca ha detto...

finalmente, era proprio ora di respirare aria nuova!

Anonimo ha detto...

Un augurio perchè possiate portare anche a Cosenza le idee di legalità e politica sociale che caratterizzano l'UDU.

Vincenzo Scorza
Consigliere di Amministrazione
Sinistra Universitaria_UDU Perugia